https://www.bancaimi.prodottiequotazioni.com/certificate_cash_collect_apr2017
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Portfolio > Mercati, ricetta per uscire da CHAOSLANDIA
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

Mercati, ricetta per uscire da CHAOSLANDIA

Il tema dell’incidenza della geopolitica sui mercati finanziari è sempre più al centro dei riflettori internazionali. Ora l'obiettivo è ritrovare l'equilibrio

20/04/2017 Gianluigi Chiamenti
Il tema dell’incidenza della geopolitica sui mercati finanziari è sempre più al centro dei riflettori internazionali. Non a caso Fideuram ha scelto il palcoscenico milanese del Salone del Risparmio (Sdr17) per affrontare questa spinosa tematica attraverso una puntuale tavola rotonda intitolata per l’appunto “Geopolitica e mercati finanziari” che ha visto protagonisti illustri esperti in materia, come Lucio Caracciolo, head of geopolitics di Macrogeo, Brunello Rosa, ceo e chief economist sempre di Macrogeo e Alberto Gallo, partner e responsabile strategie macro di Algebris Investments. Al centro del dibattito, tenuto da uno speaker d’eccezione come Gianluca La Calce, amministratore delegato di Fideuram Investimenti Sgr, vi sono stati i grandi fenomeni geopolitici e l’analisi dei mercati finanziari.
 
In particolare a emergere è stato l’ormai ben noto fermento geopolitico delle aree a ridosso del nostro Paese, con l’Europa che contrae la propria popolazione, anche in ottica previsionale, in un mondo in decisa crescita (nel 2100 saranno oltre 11 miliardi le persone che popoleranno il pianeta, di cui solo 646 europee contro gli attuali 738 milioni) “Di fatto l’Italia si trova ai confini di Chaoslandia, sospeso tra i tumulti mediorientali, le incertezze economiche e politiche europee, la pressione americana e l’influenza del polo eurasiatico. Sul fronte della gestione del tema dell’integrazione, attualmente tra i più delicati, noi siamo in forte difficoltà dato che siamo solidi solo sul piano della prima accoglianza, mentre del tutto inadatti nel resto del processo di gestione dei flussi migratori. Sullo sfondo abbiamo un’Europa che non va a due velocità come spesso si dice ma a moteplici velocità, con l’ombra americana di Trump che potrebbe travolgere il globo da un momento all’altro dato che ormai ne è palese l’imprevedibilità e la debolezza politica”.

Alla luce dei sopracitati problemi, quale potrebbe essere la ricetta per ritrovare equilibrio, specie in Europa?
A dare un suggerimento ci pensa Rosa: “Ragionando sul tema europeo, attualmente i Paesi core dell’Unione drenano risorse ai Paesi periferici, ma questa situazione non è sostenibile nel lungo termine. La Germania ha di fatto sbagliato il mix di politiche economiche, puntando troppo su quelle monetarie a discapito degli stimoli fiscali. Per questo ritengo sarebbe opportuno intervenire su più fronti. In primo luogo uno Spazio comune europeo riorganizzato in tre cerchi concentrici, con regioni cross-border visto che lo stato nazionale riduce il proprio ruolo. L’eurozona dovrà muoversi rapidamente verso una transfer union per compensare ciò che i paesi core guadagnano a scapito dei paesi periferici. Dovranno infine essere avviate politiche migratorie pan-europee, rinforzati i confini esterni europei e sarà necessario creare un esercito europeo”. 

Ma non tutti i mali, come si suol dire, vengono per nuocere, come ci ricorda in chiusura l’intevento di Alberto Gallo: “Non sarei troppo spaventato dall’incertezza europea, anche perchè dubito che sfocerà in una vittoria del populismo su larga scala, dato che più volte questo genere di politiche si sono rivelate insostenibili sul piano fiscale. L’Europa rimarrà unita e la mia view di mercato è positiva per chiare ragioni. In primo luogo appunto la mancata affermazione del populismo, dato che in Europa sussiste minore disuguaglianza sociale rispetto a Usa e Uk, luoghi dove invece si è affermato con i casi Trump e Brexit. In seconda analisi la Bce dovrà tenere conto dei buoni risultati macro, con i tassi che si normalizzeranno e l’Euro che si rafforzerà. Infine, cosa positiva per l’euro in generale, sono convinto che dalle prossime elezioni tedesche il potere del cancelliere Merkel risulterà ridimensionato”.
 
 
 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno