http://bit.ly/consulenzaMiFIDII
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Plus > TRADING e Fintech, un mondo tutto da sviluppare
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

TRADING e Fintech, un mondo tutto da sviluppare

Dall’indagine 2017 su e-trading e finanza digitale presentata dalla ricercatrice Anna Ponziani risulta che solo l’8% del campione è «molto informato» su queste piattaforme di consulenza online Fintech

19/05/2017 Stefania Pescarmona
Il Fintech sta ridefinendo l’offerta di servizi bancari e finanziari, ma in Italia siamo ancora nelle fasi iniziali. All’interno dell’indagine 2017 su e-trading e finanza digitale presentata dalla ricercatrice Anna Ponziani in occasione dell’ITForum di Rimini 2017 risulta, infatti, che anche la clientela ITF, informata e aggiornata su prodotti e strumenti finanziari, è ancora incerta su come queste innovazioni tecnologiche cambieranno l’utilizzo dei servizi finanziari. 

Solo l’8% del campione è «molto informato» sulle piattaforme di consulenza online Fintech e un altro 22% ne ha una conoscenza di base. La metà degli intervistati, invece, ne ha solo sentito parlare e il 20% non sa nulla. Più informate sono ovviamente le persone che fanno intensa attività di trading, ma anche tra loro solo la metà sa che esistono tali piattaforme.

 
Inoltre, circa il 50% degli intervistati resta dubbiosa nei confronti dei servizi bancari e assicurativi offerti da operatori non tradizionali e non sembra disponibile a usarli; il 29% potrebbe prendere in considerazione questi intermediari solo per effettuare le più semplici operazioni e per i pagamenti. 
Approccio ancor cauto nei confronti di intermediari con piattaforme Fintech per la gestione del risparmio. In questo caso i trader sembrano essere comunque leggermente più propensi degli investitori.
 
Le potenzialità però son ampie
Per il campione lo sviluppo del Fintech offrirà molteplici dati e informazioni per la definizione di strategie (45%) e lo sviluppo di servizi a supporto dell’attività di trading (40%). Un quinto ritiene che gli effetti resteranno limitati alla condivisione di operazioni entro una community di trader o investitori e un altro 14% non si aspetta nulla. Considerando i propri investimenti, il 57% dei partecipanti ritiene che con le nuove tecnologie potrà disporre di ulteriori strumenti informativi, mentre per un terzo diminuiranno i costi e per il 21% non ci sarà alcun effetto.  
 
 
 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno