https://www.bancaimi.prodottiequotazioni.com/obbligazioni-collezione-tasso-fisso-usd-aud_lug2017
 :: E-MAIL :: PASSWORD ::
 Non sei registrato: iscriviti! Hai perso la password: recuperala!

 
Sei Qui: > Home Page > PF News > PF Portfolio > MERCATO azionario Usa, prosegue la corsa
 
 Condividi: 

video porno italiano una porno site nuovi sesso film italiano.

MERCATO azionario Usa, prosegue la corsa

Non si ferma il trend positivo del mercato in America e si prevede possa continuare anche nei prossimi mesi

27/07/2017 Redazione
Tre fattori ci portano a sostenere che l’attuale trend rialzista dell'azionario americano possa continuare; si tratta dello stadio attuale del ciclo economico, del miglioramento cui stiamo assistendo negli utili societari e della liquidità disponibile. 

Riprendiamo più nel dettaglio questi tre fattori che ci rendono positivi sul mercato azionario americano: 
 
1. lo stadio attuale del ciclo economico: i fondamentali dell’economia americana si presentano solidi, come dimostrato dalla bassa disoccupazione, dall’inflazione contenuta, dalla crescita delle attività manifatturiere e da un sentiment positivo sia da parte delle aziende che dei consumatori. Benché la crescita domestica sia stata solo dell’1.2% nel primo trimestre di quest’anno, le previsioni sul Pil formulate dalla Federal Reserve di Atlanta sono superiori di almeno un punto percentuale per il secondo trimestre appena conclusosi. Con riferimento invece all’”effetto Trump”, da molti considerato il motore del rally di mercato degli ultimi mesi, è importante sottolineare come in realtà l’ultima fase di recessione degli utili si sia interrotta nel febbraio del 2016, molto prima dell’insediamento della nuova amministrazione Trump. Nel corso degli ultimi 16 mesi, il mercato azionario ha subito un rialzo di circa il 32%, che peraltro non ha cessato di continuare anche a fronte del recente disappunto intorno all’implementazione dell’agenda stilata da Trump in fase di campagna elettorale. Al contrario, le aspettative degli investitori sulla reale attuazione delle riforme fiscali sono ora così irrealisticamente basse che qualsiasi passo in avanti a riguardo potrebbe spingere ulteriormente al rialzo le valutazioni di mercato. 
 

2. miglioramento degli utili societari: molti indicatori economici continuano a prospettare una crescita positiva degli utili societari. Riprendendo inoltre la tematica Trump, siamo piuttosto convinti che onde evitare un esito disastroso alle prossime elezioni di metà mandato, l’attuale amministrazione Americana spingerà per mettere a segno nel breve alcune misure di agevolazione fiscale per le imprese. Di conseguenza ci aspettiamo un effetto positivo sugli utili ed un possibile incentivo al rientro di capitali dall’estero, che potrebbe alimentare l’avvio di attività cosiddette “shareholder friendly” come il riacquisto di azioni proprie, attività di M&a e distribuzione di dividendi, a sostegno dei corsi azionari. 
 
3. liquidità: come sappiamo, i principali fornitori di liquidità sono le banche centrali. Anche se la Federal Reserve ha avviato un processo di normalizzazione dei tassi di interesse, le condizioni di mercato suggeriscono che questo processo avverrà in maniera molto graduale, dal momento che l’intenzione dichiarata è quella di non ostacolare in alcun modo la ripresa. Tuttavia, è importante considerare che sono diversi i fattori concorrono alla determinazione dell’andamento della valuta e la storia ha dimostrato che nelle ultime 6 occasioni su 7 in cui la Fed ha avviato un ciclo di rialzo dei rendimenti, il dollaro statunitense si è indebolito. In sintesi, riteniamo che una Fed ancora molto accomodante, tassi di interesse a lungo periodo contenuti ed una disponibilità di accesso al credito elevata si pongano come aspetti favorevoli per le aziende, i privati e per i mercati. 
In conclusione, benché ci aspettiamo che possano manifestarsi delle fasi di volatilità sul mercato azionario americano, siamo convinti che la presenza di queste tre condizioni sosterrà il mercato azionario americano al rialzo.

A cura di ClearBridge del gruppo Legg Mason Global Asset Management
 
 
 
Seguici anche su:
Cerca:
 
ProfessioneFinanza testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale della Spezia al n. 03/2009 il 12/06/2009 Proprietario: PFHOLDING Srl Editore: PFHOLDING Srl Direttore Responsabile: Francesco Pelosi Copyright © 2009, Tutti i diritti riservati - Ogni contenuto è riproducibile riportando la fonte, www.professionefinanza.com PFHOLDING Srl - P.I. 01096460116 | Cookie Policy
finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi finanza mercati polizze come finanza leggi guida vita finanziari tassi Sun-Times S.r.l.porno