Categorie
Investimenti e mercati LaMiaConsulenza

Educazione finanziaria, ai Millennials non interessa

I giovanissimi del Bel Paese si dichiarano poco interessati ad argomenti economici

“Houston, abbiamo un problema”: quasi il 73% dei Millennials in Italia non ha nessun interesse verso i temi economici. Un numero poco incoraggiante per il futuro del Paese. Nel giro di alcuni anni ci si potrebbe ritrovare nelle mani di una generazione che sa poco o nulla di quel che accade sui mercati. Le persone più attratte dall’educazione finanziaria hanno dai 35 anni in su. A rivelarlo è un’indagine condotta dal Centro Einaudi e lntesa Sanpaolo.

“Lʼinteresse per lʼinformazione economica e finanziaria è, naturalmente, anticiclico – evidenzia lo studio – Quando lʼeconomia progredisce senza scossoni, si minimizza; durante le crisi aumenta e, al primo rasserenamento, torna a smorzarsi. Questʼanno il campione si divide a metà tra coloro che si dichiarano interessati agli argomenti economici e finanziari e i poco o per niente interessati”.

Lʼinteresse è più alto tra le fasce intermedie di età: riguarda il 54,9% degli intervistati 35-44enni e il 58,4% dei 45-54enni. “Si tratta di un interesse legato alla maturità, al fatto di essere in un momento della vita lavorativa centrale per la carriera – si legge nell’indagine – nel quale si inizia a pensare agli investimenti futuri (casa, figli…) o allʼeventualità di accantonare per una pensione integrativa”. Sono poco interessati ai temi economici e finanziari invece i Millennials (il 72,8%, su una scala da 1 a 5, dichiara un interesse pari a 1), i disoccupati (70,5%), coloro che svolgono lavori manuali (50,2%) e i pensionati (56%). Lʼinteresse è poi correlato anche al livello di istruzione e al reddito.

“La scarsa comprensione di fenomeni finanziari relativamente semplici – avverte la ricerca – riduce la capacità dei risparmiatori di intraprendere scelte di investimento consapevoli, confrontando alternative diverse sulla base dei rischi e dei rendimenti connessi”. Una fascia di persone a rischio. Tutta gente che necessita dell’assistenza di professionisti se non vuol finire col disperdere il proprio patrimonio in investimenti infruttuosi o addirittura dannosi.