Categorie
Economia e Dintorni

Hedge Fund, quando la strategia fa la differenza

La strategia  adottata è molto importante nella valutazione di un investimento in hedge fund e il motivo emerge proprio in questo periodo dove alcuni fondi che investivano in titoli Abs, per far fronte alle richieste degli investitori, hanno dato esecuzione a vendite lampo a prezzi stracciati mentre altri sono stati costretti a sospendere i riscatti.

 

Questi atteggiamenti non possono che riflettersi sulle SGR speculative stesse fatto che si evidenzia nel crollo delle quotazione degli operatori quotati. È il caso della Gottex Fund Management, società svizzera attiva negli investimenti alternativi che ha visto un calo di oltre 90 punti percentuali nelle quotazioni alla Borsa di Zurigo negli ultimi 12 mesi.

In particolare l’esposizione più significativa riguarda i fondi di fondi investiti nella linea asset-based lending che si esplicano in tre differenti categorie: Asset-Based Lending strategies (ABL); Asset-Based Investing strategies (ABI) e Asset-Backed Securities strategies (ABS).

 

ll fondo Asset-Based Investing strategies (ABI) investe in fondi hedge che a loro volta effettuano prestiti direttamente a chi ne necessita, in cambio il fondo prende il controllo degli asset come garanzia. Il fondo Asset-Based Lending strategies (ABL), invece, utilizza la medesima strategia del primo ma a sua volta presta denaro direttamente a chi ne ha bisogno e investe in alcune delle aziende debitrici.

È comprensibile come le tipologie di fondi in questione abbiano, di recente, riportato pesanti perdite cosa che ha costretto la stessa Gottex a bloccare i riscatti e a liquidare uno dei due fondi, il fondo ABL appunto.  “I gestori del fondo hanno deciso che fosse meglio per l’interesse degli investitori liquidare il fondo Asset-Based Lending strategies (ABL),” commenta una nota del gruppo.

Dal momento che Gottex Fund Management presenta asset under management pari a 15,6 miliardi di dollari è certamente una realtà di prim’ordine nel panorama mondiale dei fondi di fondi e nei servizi di advisory e la chiusura di un fondo e lo stop delle redemption rappresentano un vero smacco non solo per la società con sede a Losanna ma per tutta l’industria degli Hedge Fund.

 

Tale fatto potrebbe rafforzare il periodo di panico che i fondi hedge, e i fondi di fondi in particolare, stanno attraversando in questo momento. Secondo fonti non ufficiali sarebbero infatti decine e decine le richieste di riscatto che ogni giorno pervengono ai fondi e per far fronte a questo atteggiamento e fuoriuscita di massa (che avrebbe effetti ancora più devastanti sulle quotazioni dei fondi e del mercato in generale) alcuni dei più grandi fondi hedge hanno bloccato le procedure di disinvestimento.