Categorie
Economia e Dintorni Mondo consulenti

Italia, paradiso per ricchi: tassa su eredità al 4%, media Ocse 15%

Il Bel Paese potrebbe ricavare molto di più dalle eredità delle famiglie benestanti

L’Italia è un Paese pieno di contraddizioni. Tra queste c’è sicuramente il regime fiscale vantaggioso rispetto a molti altri Stati nell’ambito successorio. L’esatto opposto di ciò che accade, ad esempio, se ci si sposta in campo professionale e imprenditoriale. Così, il Bel Paese aiuta i ricchi e affossa i giovani. Per questo servirebbe un cambio di marcia.

L’aliquota marginale massima applicata sui lasciti ereditari fra parenti in linea retta in Italia è di circa il 4%, contro una media Ocse del 15%. Una differenza clamorosa, emersa nell’ambito del Forum delle disuguaglianze e diversità. Da cui sono partite proposte che potrebbero colmare i buchi di bilancio dello Stato, chiedendo uno sforzo alla parte più ricca del Paese.

Mica poco, specie in un momento in cui un giorno sì e l’altro pure si sente parlare di aumento dell’Iva o in ultima istanza di una patrimoniale. A ben vedere, salassi che andrebbero a incidere soprattutto sui portafogli delle classi medie. Rendere la tassazione sull’eredità più progressiva e ridurre le esenzioni potrebbe scongiurare tali scenari.