Categorie
Economia e Dintorni

La riduzione delle imposte non aiuterà la ripresa economica: parola di Joseph Stiglitz

Il governo USA dovrebbe incentivare gli investimenti al fine di garantire una solida crescita economica sostenibile, e non tagliare le tasse,  parola del premio Nobel per l’economia, Joseph Stiglitz.

IL PARERE DI STIGLITZ: Stiglitz, che all’inizio di questo mese ha accusato la Federal Reserve e la Banca centrale europea di gettare il mondo nel "caos" con le loro iniezioni di quantative easing (QE), ha detto che il primo turno dello stimolo ha funzionato per l’economia degli Stati Uniti e che senza di essa la disoccupazione avrebbe raggiunto il picco al 12 per cento o addirittura del 13 per cento; ma il governo ha sottovalutato la gravità della recessione, e non ha redistribuito lo stimolo così come si potrebbe, ha aggiunto. "Prima della crisi siamo stati molto dissolutivi, e tutii hanno consumato. Il problema non è spendere, ma come si spende", ha detto Stiglitz. "Se i soldi si spendono in investimenti… si vedrà crescere oggi e si crescerà in futuro e questo non farà altro che incrementare la ripresa", ha aggiunto. Se l’economia continua a rimanere debole, gli Stati Uniti faranno "spreco di capitale umano", perché molteplici persone saranno disoccupati di lunga durata. Gli investimenti da parte del governo in internet "ha realmente trasformato l’economia" e, in media, i rendimenti in materia di istruzione, la sanità e le infrastrutture sono stati buoni negli Stati Uniti, secondo Stiglitz.

SOLUZIONE: Aumentare la spesa e non tagliare le tasse è il modo migliore per rilanciare l’economia, ha detto. "Quando hai le famiglie con un eccesso di debito e i proprietari di abitazione a causa dell’ ipoteca rispetto al valore delle case, i tagli fiscali non rappresentano lo strumento adatto per stimolare l’economia", ha detto Stiglitz. "Quello di cui abbiamo bisogno ora è di stimolare gli investimenti per far ripartire la già fragile ripresa economica a stelle e strisce".