Categorie
Imprese e Pir

Pir, nel primo trimestre 2018 superati i 17 miliardi

Crescono ancora i Pir, pur con un lieve rallentamento: +2 mld nel primo trimestre 2018, patrimonio complessivo a 17,5 mld

In Italia continua a restare alta l’attenzione degli investitori verso i Pir: nei primi tre mesi del 2018 hanno generato masse per 2 miliardi e fatto salire il patrimonio complessivo a ben 17,5 miliardi. Pur crescendo meno rispetto all’ultimo trimestre del 2017, quando avevano superato i 3 miliardi, i numeri sembrano essere in linea di continuità con il trend positivo sinora espresso. A rivelarlo è Assogestioni, che ha pubblicato un comunicato contenente i numeri complessivi del mercato italiano del risparmio gestito nella parte iniziale dell’anno: una cifra che, anche grazie al contributo dei Pir, si è attestata quasi sui 14 miliardi.

“Il sistema archivia – si legge nella nota -il primo trimestre del 2018 con afflussi netti per 13,9 miliardi di euro che spingono il patrimonio complessivo sopra i 2.082 miliardi, in salita del 4,9% rispetto ai 1.985 miliardi di fine marzo 2017. Per quanto riguarda i prodotti, secondo la Mappa Trimestrale realizzata dall’Ufficio Studi di Assogestioni, tra gennaio e marzo 2018 le gestioni collettive registrano 9,5 miliardi di raccolta netta. Il dettaglio delle voci che compongono la categoria mostra che i prodotti con il risultato migliore sono i fondi aperti con 8,7 miliardi e i fondi chiusi con 807 milioni”.

“Nella categoria dei fondi aperti – evidenzia ancora Assogestioni – continua l’interesse degli investitori per i comparti Pir-compliant. Da inizio anno questi prodotti hanno attratto asset per 2 miliardi raggiungendo un patrimonio complessivo di 17,5 miliardi. Le gestioni di portafoglio chiudono il periodo di riferimento con un saldo positivo per 4,3 miliardi. La scomposizione del dato mostra i risultati positivi delle gestioni di patrimoni previdenziali con afflussi per 2,3 miliardi, dei mandati assicurativi (2,1 miliardi) e delle GPF retail (1,6 miliardi). A fine marzo le gestioni collettive rappresentano il 50,8% del patrimonio gestito complessivo con i loro 1.058 miliardi, mentre le gestioni di portafoglio individuali rappresentano un patrimonio di 1.025 miliardi”.