Categorie
Economia e Dintorni Imprese e Pir

Prestiti alle imprese in calo: crescono solo i mutui

I tassi, tuttavia, continuano a scendere sia per le aziende sia per le famiglie

I prestiti delle banche italiane alle imprese registrano un nuovo calo a marzo. Lo segnala la Banca d’Italia nel bollettino statistico «Banche e moneta». I prestiti alle imprese non finanziarie calano dello 0,7% dopo la contrazione dello 0,2% registrata a febbraio.

Complessivamente i finanziamenti al settore privato, corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, sono cresciuti dello 0,8% su base annua (+1,2% in febbraio).Resta alto il ritmo di crescita dei finanziamenti alle famiglie, soprattutto per i mutui casa: +2,5% dal 2,6% annuo registrato a febbraio. I tassi di interesse sui mutui alle famiglie calano ancora al 2,17% (2,27%) comprensivi delle spese accessorie. In calo anche i tassi per le imprese ma si allarga il differenziale tra grandi e piccole.

I tassi sui nuovi prestiti di importo fino a 1 milione, tradizionalmente appannaggio delle imprese più piccole, sono pari al 2,02%, quelli sui nuovi prestiti di importo superiore calano allo 0,91 per cento. Una riduzione che può ridare impulsi a questo mercato.