Categorie
Finanza personale

Sos Fondi : La fuga continua anche a marzo -10,3 miliardi

Un’altra stangata per il fragile mondo dell’industria del risparmio gestito. Numeri che fanno tremare un sistema, che sta implodendo su stesso,  una crisi che non sembra trovare via di uscita.  Secondo i dati diffusi venerdì 4 aprile da Assogestioni, il mese di marzo l’industria del risparmio gestito  ha chiuso con raccolta netta negativa,  con riscatti  che hanno superato le nuove sottoscrizioni per una cifra di 10,3 miliardi, che sommati a quelli tre mesi antecedenti,  hanno evidenziato un bilancio in rosso di 36,8 miliardi di euro. In quindici mesi si sono volatilizzati quasi 90 miliardi di euro, cifra che sembra destinata a crescere anche  nei prossimi mesi, almeno fino a quando (30 giugno) gli intermediari non avranno portato a termine gli adempimenti per adeguarsi alla direttiva Mifid. La fuga dai fondi non è solo da imputare alla rottamazione delle gestioni patrimoniali in fondi, ma anche da una serie di eventi  convergenti come la crisi dei mercati finanziari e quella del credito.   Nel mese di marzo il patrimonio dell’industria è sceso a quota 509 miliardi con un calo rispetto al mese di febbraio del 3,8%, mentre dall’inizio dell’anno di oltre il 16%.  Il patrimonio obbligazionario con i suoi 197 miliardi costituisce quasi il 40% degli asset complessivi dell’industria, mentre i fondi azionari arretrati a 98 miliardi, rappresentano il 20% del totale.

Questo mese i riscatti non hanno risparmiato proprio nessuno, anche gli hedge fund, che fino ad oggi avevano registrato un andamento, in termini di raccolta, positivo, hanno evidenziato un saldo negativo di  189,9 milioni di euro. I riscatti maggiori si sono registrati nei fondi obbligazionari, da cui sono fuoriusciti 4,6 miliardi, mentre le casse degli azionari hanno evidenziato riscatti per 3,3 miliardi di euro.  I fondi di liquidità sono le uniche eccezioni positive alla voragine in corso, hanno segnato  un bilancio positivo per 435,3 milioni. Come nei mesi precedenti le uniche realtà che stanno riuscendo a fronteggiare la crisi dei riscatti sono Banca Mediolanum (47 milioni), Azimut (11 milioni), Alberini Syz (25 milioni).

La raccolta netta dei fondi comuni a Marzo
Dati in milioni in euro

Azionari  :  -3.274, 4
Bilanciati : -1.023,5
Obbligazioni : -4.550,5
Liquidità : 435,3
Flessibili : -1.696,2
Hedge : -189,9

Totale : -10.299,1